Accedi al sito
Serve aiuto?

  AUDITORUM E CONSERVATORIO DI MUSICA 

  Ferrara (FE)

Auditorium e Conservatorio di Musica Frescobaldi | Ferrara

La sala concerti e il complesso dell’ex-ospedale Sant’Anna, facenti parte di un rilevante tassello del patrimonio storico, architettonico e culturale della città di Ferrara, sono stati oggetto di una ricerca svolta da un gruppo di docenti dell’Ateneo ferrarese.
Questa ricerca, svolta tra il 2006 e il 2008, ha condotto allo svolgimento della prima approfondita campagna di indagini conoscitive (archivistiche, storiche, materiali) e di rilievi (degli spazi, delle strutture, degli impianti, delle tecniche e dei materiali costruttivi e decorativi), nonchè alla stesura di un completo progetto di restauro dell’intero complesso formato dalla sala concerti e dagli spazi interni ed esterni dell’attuale Conservatorio di Musica “G. Frescobaldi”.
Attraverso i risultati di questa ricerca si ritiene possibile dimostrare che la progettazione del recupero, del restauro e/o del riuso di complessi architettonici esistenti sia possibile, in certi casi, solo attraverso l’intreccio di competenze disciplinari integrate, che è possibile ritrovare ai più alti livelli nei dipartimenti e nei centri di ricerca universitari.
In questo come in altri casi, l’attività di ricerca si è basata peraltro sulla fertile interazione con l’attività didattica svolta negli anni presso la Facoltà di Architettura di Ferrara, attività che spesso nell’ambito dello svolgimento di tesi di laurea ritrova interessanti occasioni per approfondire questioni di metodo, le quali a loro volta si rivelano importanti nel definire il quadro di possibili ricerche.
In un contesto di tale rilievo, il compito di riportare la sala dell’Auditorium, chiusa per la presenza di amianto nelle sue pareti interne, a un uso appropriato e in linea con le normative e i requisiti attuali, è apparso da subito compito complesso e affascinante, capace di mettere alla prova non solo i singoli saperi, ma in particolare la necessaria interazione e la possibile integrazione tra le discipline coinvolte.
Il progetto si è configurato quindi come globale ricomposizione dello spazio della sala e degli altri spazi dell’Auditorium, intendendo questi necessariamente non confinati alla sala da concerti e al palcoscenico, ma estesi agli spazi di servizio alla sala, agli spazi per gli esecutori, per la direzione e la gestione, ai servizi per il pubblico.
Il lavoro di ricerca ha inteso infine utilizzare le più avanzate tecniche di indagine per sviluppare un modello conoscitivo tridimensionale della sala e del complesso di cui fa parte, al fine di progettare il restauro della forma “esistente” della sala, attraverso il controllo scientifico e la costruzione della sua “nuova” forma, tramite l’uso di materiali contemporanei analoghi a quelli moderni originari, e di tecnologie legate ai sistemi acustici, di illuminazione e di climatizzazione della sala.
attraverso il controllo scientifico e la costruzione della sua “nuova” forma, tramite l’uso di materiali contemporanei analoghi a quelli moderni originari, e di tecnologie legate ai sistemi acustici, di illuminazione e di climatizzazione della sala. moderni originari, e di tecnologie legate ai sistemi acustici, di illuminazione e di climatizzazione della sala.
climatizzazione della sala.

Concert hall and Music school Frescobaldi | Ferrara

The concert hall and the ex hospital complex Sant’Anna, which are important elements of the historical, cultural and architectural heritage of the city, had been object of the research of a group of scholars belonging to the Ateneo of the city.
This research, conducted between 2006 and 2008, brought to the development of the first careful campaign concerning cognitive survey (historical, material and archival), evaluations (of spaces, of buildings, of building techniques and decorative materials and systems) and so, it brought to a complete restoration project for the whole complex composed by the concert hall and the conservatory “G.Frescobaldi” .
Through this research’s results it is said that it is possible to show that the restoration, the renovation or the re-utilization’s planning of historical architectural complex in any cases is possible just through the twist of disciplinary integrate skills, which are possible to find in the more qualified departments or university research centres.
In this case as in many others, the research activity is based on a fertile interaction with didactic activity conducted in the Architecture course of study of Ferrara during the years.
This activity in the ambit of the university degree thesis often finds interesting opportunities to examine in depth questions of method, which reveal themselves important to define others possible researches.
In such a context the purpose to make the Auditorium concert hall accessible and in step with the laws and the current requisites has seemed since the start as a difficult but fascinating work, able to test the singular knowledge, the necessary and possible interaction between the disciplines involved.
The project has set up itself as a global composition of the concert hall’s space and of the Auditorium’s other spaces, considering these spaces necessarily not adjacent to the concert hall and to the stage.
They are extended to the service spaces of the concert hall, to the spaces for musicians, directors and for the management, and to the services for the audience and public.
The research work has though to develop a three-dimensional cognitive model of the concert hall and the complex, using the most advanced techniques for survey.
The aim was that of planning the restoration of the “pre-existing” appearance trough a scientific control, and in the meanwhile the construction of its “new shape” through the usage of contemporary materials similar to the modern original ones, and technologies related to acoustic, lighting and air conditioning system.

CLIENT:

Fondazione Carife Cassa di
Risparmio di Ferrara,
Conservatorio di Musica
Girolamo Frescobaldi di Ferrara,
Comune di Ferrara
nell’ambito della ricerca:
“L’auditorium del Conservatorio
musicale nell’isolato dell’ex Arcispedale
Sant’Anna a Ferrara
Studi e proposte per il restauro
del complesso di Carlo Savonuzzi”

PROJECT TEAM:

ArcDes Centro per lo sviluppo di
servizi integrati di progettazione
per la città, l’ambiente e il paesaggio
Development of Integrated Architectural
Design Programs for City,
Environment,
Landscape Dipartimento di
Architettura,
Università degli Studi di Ferrara,
Alessandro Massarente (responsabile scientifico)
Marcello Balzani, Rita Fabbri,
Gianluca Frediani, Vincenzo Mallardo,
Sante Mazzacane, Roberto Pompoli,
Collaboratori: Fabiana Raco,
Salvatore Alaimo, Andrea Farnetani,
Nicola Gambetti, Massimo Garutti,
Riccardo Pedrazzoli, Alessandro Grieco,
Guido Galvani, Filippo Casarini, Stefano Guidi,
Donatella Basutto, Roberto Campaci,
Stefano Campaci, Giorgia Lodo
Consulenti: Gianfranco Grillini,
Fabio Bevilacqua

PHASES:
2006-2008

SIZE:
5.882 m³ 
3.307 m²

BUDGET:
3.179.621,91 Euro

CONTRACTORS:
- Fondazione CARIFE Cassa di risparmio di Ferrara
- Conservatorio di musica G. Frescobaldi di Ferrara
- Comune di Ferrara

PUBLICATIONS:
-Alessandro Massarente,
L’auditorium del Conservatorio musicale
nell’isolato dell’ex Arcispedale
Sant’Anna a Ferrara:
studi e proposte per il
restauro del complesso di
Carlo Savonuzzi, in Rita Fabbri (a cura di),
Ferrara Architettura 3,
Facoltà di Architettura di Ferrara –
Comune di Ferrara,
Ferrara 2008, pp.91-94.
- Alessandro Massarente,
L’Auditorium di Ferrara.
un progetto di restauro per il
complesso di Carlo Savonuzzi,
in “Architetti. Idee cultura e progetto”,
n.3, marzo 2009, p.13.
- Alessandro Massarente,
Progetto di restauro dell’Auditorium
di Ferrara, in Eleonora Faggioni,
Maurizia Manici, Annalisa Padovani,
Federica Taddia (a cura di),
Restauro. Economia della cultura,
Atti del Salone dell’Arte del
Restauro e della Conservazione
dei Beni Culturali e Ambientali,
Convegno UNIVER-CITY.
Ferrara Città e Università:
un nuovo modello di integrazione
università-territorio, Ferrara,
FerraraFiere, marzo 2009, ACROPOLI,
Bologna 2009, pp. 214-215.
- Alessandro Massarente,
Recomposition’s Paradoxes.
A Research Case Study on
a Concert-hall in Ferrara,
in Martina Landsberger,
Marco Bovati, Giancarlo Floridi,
Michele Caja, (a cura di),
Cities in Transformation.
Research & Design. Ideas,
Methods, Techniques,
Tools, Case Studies.
EAAE European Association
for Architectural Education /
ARCC Architectural
Research Centers Consortium,
International Conference
on Architectural Research,
Milano, 7-10 giugno 2012,
Il Poligrafo, Padova 2014,
vol. I, pp. 488-497;
- Alessandro Massarente,
L’Auditorium del Conservatorio
musicale nell’isolato dell’ex
Arcispedale Sant’Anna a Ferrara.
Studi e proposte per il restauro
del complesso di Carlo Savonuzzi,
in Università degli Studi di Ferrara,
Festival della Ricerca 2012,
catalogo dei progetti
di ricerca III edizione,
Casa Editrice Tresogni,
Ferrara 2012, pp.46-47.
- Alessandro Massarente (a cura di),
Ricomposizioni di uno spazio
per la musica. Studi per il restauro
del complesso dell’auditorium
nell’ex Arcispedale Sant’Anna a Ferrara,
Quodlibet,
Macerata 2012, pp.203.

 

SITE:
Ferrara (FE)

Massarente Architettura s.r.l.
Corso del Popolo 268
45100 - Rovigo
Rovigo - Italia
C.F. / P.Iva: 01237760291
Tel: 0425 29244
Fax: 0425 29245
samsas@tin.it